Gallery


Ariete Nano Ermellino
Ariete Nano Ermellino
Nani Colorati Angora Persiana
Nano Colorati Angora Persiana
Angora Volpino
Angora Volpino Angora Volpino
Cavie o Porcellini d'India
a pelo lungo a pelo corto
Cavia o Porcellino d'India a pelo lungo Cavia o Porcellino d'India
peruviana peruviana Coronet
Cavia o Porcellino d'India peruviana Cavia o Porcellino d'India peruviana Coronet

Varietà

Ariete nano

Ariete Nano

CATEGORIA RAZZE LEGGERE.

Peso: 1,5 kg.

Vengono chiamate Ariete tutte le razze di conigli con orecchie cadenti ai lati della testa e incapaci di movimento. La lunghezza delle orecchie, in queste razze, non viene misurata dalla punta alla base, ma dalla punta di un orecchio alla punta dell'altro.
La razza "Ariete Nano" (o Ariete Olandese) è stata riconosciuta nel 1980 ed è la razza Ariete di taglia più piccola. E' stata selezionata in Olanda partendo da Arieti Francesi e Inglesi e conigli Nani.
La testa è compatta e le orecchie non devono raggiungere il terreno e hanno una lunghezza di 24-28 cm. Il collo non è visibile, la nuca è corta.
Le zampe sono corte, forti e dritte. Quelle anteriori poggiano leggermente.
Le varietà di colore sono molto numerose e sono ammesse tutte le colorazioni eccetto quella argentata.


Ermellino o Polacco

Ermellino o Polacco

CATEGORIA RAZZE LEGGERE.

Peso: da 700 gr fino a 1 kg.

Creata in Inghilterra intorno al 1880 con il nome Polacco, è stata la prima razza nana ad essere selezionata, partendo da soggetti di razza Olandese nati con il mantello bianco. La selezione fu poi perfezionata in Germania, dove la razza venne denominata Ermellino.
Il corpo è raccolto, corto e arrotondato, egualmente largo davanti e dietro. Caratteristica è la postura, con gli arti anteriori diritti e la schiena inarcata, simile a quella della razza Lepre.
Le orecchie sono corte e dritte, fini e pelose, con una lunghezza ideale di 5,5 cm. La testa è arrotondata e gli occhi grandi, detti "da rana". In Italia sono ammesse bianca con occhi blu e bianca con occhi rubino (albini).
La razza corrispondente, negli Stati Uniti, è la Britannia Petite (colori ammessi bianco con occhi rubino e nero lontra).
La mole molto ridotta e l'insieme armonico e grazioso, lo rendono un apprezzato animale da compagnia. Secondo alcuni, per il carattere molto vivace, è poco adatto ai bambini.


Nano colorato

Nani Colorati

CATEGORIA RAZZE LEGGERE.

Peso: da 700 gr fino a 1 kg

Geneticamente, per mole e per caratteristiche i Nani colorati sono praticamente uguali all'Ermellino (o Polacco) dal quale derivano L'unica differenza è il mantello, che può avere tutte le colorazioni delle razze riconosciute, eccetto le Pezzate.
Nella colorazione "Martora" è ammesso oltre al bruno e al blu anche il giallo (o siamese). Il corpo è raccolto, corto e arrotondato, come la testa.
La lunghezza massima delle orecchie è di 7 cm. Le zampe sono corte ed esili, la coda piccola e perfettamente aderente.


Angora

Angora

CATEGORIA RAZZE A STRUTTURA DI PELO SPECIALE.

Peso: circa 1,5 kg.

Incerte le origini di questa razza: secondo alcuni il carattere Angora è stato creato in Turchia, mentre secondo altri la mutazione sarebbe comparsa per la prima volta in Inghilterra.
La storia certa dell'Angora ha inizio nel 1723 in Francia (sembra importata da commercianti inglesi), dove è stata selezionata e migliorata sia nella qualità che nella quantità di lana prodotta.
Le razze Angora sono caratterizzate da un mantello molto lungo, di aspetto lanoso; la crescita del pelo in queste razze dura tre mesi, anziché uno come nei conigli normali, per cui raggiunge una lunghezza maggiore (fino a 8 cm).
La lana che costituisce la pelliccia è ben distribuita su tutto il corpo. Prevale la lanuggine abbondante e morbida dalla quale emergono peli meno ondulati che terminano con una fine punta di giarra.
Ciuffi di pelo caratteristici sono presenti sulla fronte, sulla punta delle orecchie, sulle guance ed alla estremità degli arti. Le forme del corpo regolari ed equilibrate sono nascoste dalla tipica pelliccia.
E' la tipica razza allevata per la lana. Il colore più diffuso ed anche più apprezzato dalla industria manifatturiera è il bianco, ma sono ammessi tutti i colori.
Come animali da compagnia, i conigli Angora richiedono molto impegno perché devono essere spazzolati tutti i giorni, altrimenti il pelo si annoda in modo indistricabile. Ha scarse attitudini riproduttive.
Altre razze Angora non riconosciute dallo Standard italiano sono: Angora Francese (con pelo molto lungo, un po' più ruvido e senza frangia), Angora gigante (peso da superiore ai 4 kg), Angora Nano (versione in miniatura dell'Angora Francese, derivato dall'incrocio con conigli Nani) e Angora Satin (creato in Canada dall'incrocio tra un coniglio Satin e un Angora Francese; il pelo ha un aspetto lucente).


Cavia o Porcellino d'India

Angora Volpino - Angora Persiana

CATEGORIA RAZZE A STRUTTURA DI PELO SPECIALE.

Peso: da 700 a circa 1 kg.













Cavia o Porcellino d'India

Cavia o Porcellino d'India

Il genere Cavia raccoglie diverse specie di animali comunemente chiamate cavia o porcellino d'india.
Nell'uso comune, in ogni caso, ci si riferisce alla cavia intendendo la sua specie più comune, Cavia porcellus, detta cavia domestica.
La cavia è un animale domestico timido e particolarmente tranquillo, dunque adatto ai bambini grazie al suo carattere docile e remissivo. La sua dieta comprende molti degli alimenti usati per i conigli da compagnia (dunque fieno e mangime di buona qualità).
Le specie domestiche di cavia si suddividono in base alla lunghezza del pelo in: cavia inglese o a pelo corto, cavia abissina, o cavia peruviana dal mantello lungo come quello dei gatti persiani.
La gabbia della cavia deve essere abbastanza spaziosa per permetterle di fare movimento, e il fondo non deve avere griglie perché la cavia si slogherebbe le zampe; il fondo va cambiato di sovente, per evitare problemi di salute (la pododermatite); questi animali infatti non hanno cuscinetti o pelo per proteggere gli arti.
Le unghie, se troppo lunghe, vanno accorciate con la tronchesina. Per la salute dei denti, che come in tutti i roditori sono a crescita continua, basta invece fornire molto fieno: l'erba contiene sali minerali che aiutano ad accorciarli e inoltre permette una masticazione lunga anche da parte dei molari, che sono spesso nascosti alla vista e che, se troppo lunghi, portano ad ascessi o alla cosiddetta malocclusione dentale. Il numero migliore di animali da tenere in una gabbia è due.
Si usa tenere una coppia o due femmine: due maschi adulti nella stessa gabbia, invece, sono fortemente sconsigliati (per i frequenti litigi). Non si opta quasi mai per il mantenimento di una cavia da sola: si tratta di un animale sociale che in solitudine soffre molto, tende a ingrassare e si deprime.
La cavia in alcuni casi può essere addestrata a sporcare solo nella lettiera e si rivela un animale socievole e affettuoso anche con gli esseri umani.

48587
Realizzazione: Studio Brainstorms